RAFFAELE DI VAIA

Canto 

2010

Video, colore 

11’15”

[…] Raffaele Di Vaia attraverso l’occhio della telecamera, isola  un frammento visivo di forte intensità poetica, in cui il Canto di un uccellino, costretto a comunicare dalla situazione d’emergenza, rimane inascoltato, e finisce per confinare maggiormente il piccolo animale, costruendogli attorno una gabbia d’incomunicabilità. Il titolo dell’opera attua un gioco linguistico sottolineato dalla posizione della proiezione del video: l’uccellino è chiuso dal suo canto (inteso come espressione vocale) nel suo canto (inteso come luogo fisico). […]

Irene Balzani e Irene innocente 

(dal testo critico della mostra B-LABEL, PRIVATE FLAT #6, Firenze, 2010)